Cosa mangiare • Sagra della Ciliegia Ferrovia
78
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-78,qode-quick-links-1.0,ajax_updown,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Cosa mangiare

Cucina turese

 

I piatti della cucina turese sono quelli tipici della terra di Bari e la preparazione rimane legata alla tradizione gastronomica pugliese. Particolarmente di spicco sono le carni ed in particolare i trònere ma anche i dolci di mandorle tra cui la faldacchèa e l’importante produzione di frutta con la ciliegia e la percoca

tronere
Le Carni

 

Tra le carni, particolarmente gustose sono i Trònere di Turi, braciole di vitello e pancetta coppata ripiene di provolone piccante e cotte con pomodoro e cipolla nella “tiella” di creta in forno a legna. Un piatto unico in cui intingere il pane tostato una volta finita la carne.  Spesso viene accompagnato dal Primitivo turese, un vino forte e corposo, di alta gradazione alcolica, ottenuto dalle migliori uve locali, vinificate ancora oggi con metodi tradizionali e che si fregia del marchio D.O.C., al pari dell’Aleatico, vino liquoroso da dessert.

faldacchea
I Dolci

 

Tra i dolci il più tradizionale è la Faldacchèa, a base di mandorle, insaporito con cannella, limone e marmellata di ciliegie o amarene e rivestito da glassa a base di zucchero e albume. È una specialità risalente all’Ottocento e, secondo la tradizione locale, sarebbe stata inventata dalle monache del Convento di Santa Chiara e tramandata da una popolana di Turi che preservò la tradizione istituendo una “scuola” dolciaria del delizioso prodotto.

percoca-di-turi
La Frutta

 

Turi è il centro di maggiore produzione di ciliegie in Italia, con i suoi 150.000 quintali annui, pari al 16% del totale nazionale. Le nostre produzioni cerasicole si basano su varietà di grande pregio, quali la “Bigarreau” e soprattutto la “Ferrovia”, pluripremiata e richiestissima presso i mercati italiani ed i maggiori mercati d’Europa. Aspetto invitante, polpa compatta e succosa, leggermente acidula a forma di cuore, dalla croccantezza unica e color rosso rubino, sono le peculiari note distintive della “Ferrovia”, la regina delle ciliegie. Ad agosto arriva a maturazione la Percoca, un ibrido dalla polpa dura e maturazione medio-tardiva nato dall’incrocio spontaneo tra due varietà di pesco molto diffuse nelle nostre campagne.